martedì 16 aprile 2013

Endless: "Be Yourself"


A cura di Bambi
Dalle rive del Noncello, terra dal passato e dal presente musicale vivace, arrivano cinque giovani ragazzi carichi di rock. Si chiamano Endless e sono in attivo dal 2007, inizialmente nascono come cover band ma a partire dal 2009 decidono giustamente di mettere sul tavolo le proprie carte e il proprio talento; un lavoro lungo due anni coronato con l’uscita del loro primo disco di inediti che si intitola “ Be Yourself ” del 2011.

Mentre l’album è ancora in gestazione gli Endless decidono comunque di proporre i loro brani ad una giuria, partecipando a contest musicali di valore ed ottenendo ottimi piazzamenti come il quinto posto italiano al “San Remo Rock del 2009”, il secondo posto al “Montegrotto Terme Festival” e arrivando in finale nazionale al “Festival di Saint Vincent”.

Be Yourself” è un disco prevalentemente Pop-Rock, un disco che a dire il vero non riesce a dare la scossa ma che nonostante tutto si ascolta con piacere. A spiccare in questa giovane formazione che si sta facendo le ossa è sicuramente la voce e la presenza scenica di Gloria, un vulcano di energia e talento. La band è poi formata da Alberto alla chitarra, l’eclettico Paolo alle tastiere, Renzo e Raffaele alla batteria e al basso, a formare una sezione ritmica solida ma a tratti poco efficace, eccezione fatta per il brano “ This is me ”: una vera potenza di idee e groove (brano che potete ascoltare direttamente dal loro sito: http://www.endlessweb.it). Il singolo di punta del disco è proprio il brano che dà il nome all’album: “ Be Yourself : un brano ben fatto, potente, che colpisce ma fatica a restare in testa. Nel disco sono contenute dieci tracce, di cui due in italiano; proprio in queste due tracce riesco a restare colpito della bravura del gruppo: “ Nel mio abbandono ” è un pezzo carico di sonorità elettroniche, sonorità che duettano alla perfezione con il tema della chitarra, creando un tappeto perfetto per far risaltare la linea melodica del cantato. “ La tua pioggia ” è una dolce ballata comandata dal pianoforte e dalla voce di Gloria.

Il disco è stato registrato allo “Sphera Studio” di Alberto Igne, che ha curato l’arrangiamento dei brano del disco facendo davvero un ottimo lavoro. Nel Dicembre 2012 gli Endless sono stati chiamati a presentare il loro disco a Londra, in un minitour di tre date. Attualmente stanno lavorando a nuovi bravi in attesa di chiudersi in studio per realizzare il secondo disco.

Come il tempo è senza limiti, come il mare è senza confini, come il cielo è senza orizzonte...” In bocca al lupo ragazzi: coltivate le vostre idee, arricchite con il vostro personale suono la musica emergente nazionale.






 



Nessun commento:

Posta un commento